Toscana – Novità VIA, VAS, AIA, AUA e competenze autorizzative

Toscana – Novità VIA, VAS, AIA, AUA e competenze autorizzative

Lo scorso 5 marzo la legge regionale n. 17 del 25 febbraio 2016 della Regione Toscana pubblicata nel BUR n. 9 del 4/3/16, che modifica la legge regionale 10/2010 per adeguare la disciplina di Valutazione Ambientale Strategica (VAS),  di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), di Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) e competenze nelle pratiche autorizzative.

Ecco le novità introdotte:
VAS. Viene introdotta una procedura di verifica di assoggettabilità semplificata per varianti di carattere formale che non comportino impatti sull’ambiente e che riguardino piani già sottoposti a VAS.

Inoltre, per i procedimenti interistituzionali ad oggetto di copianificazione, si prevede la possibilità di individuare un’unica autorità competente o di effettuare un unico procedimento di VAS d’intesa fra le autorità competenti, con la conseguente produzione di un unico documento preliminare ed un unico rapporto ambientale condivisi.

VIA. La legge risponde alla necessità di adeguare la normativa regionale alle disposizioni contenute nell’articolo 15 del d.l. 91/2014 convertito dalla legge 116/2014. In particolare, prevede che la procedura di verifica di assoggettabilità debba essere effettuata sulla base di quanto stabilito dal decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare del 30 marzo 2015.

TRASFERIMENTO ALLA REGIONE E AI COMUNI DELLE COMPETENZE. La modifica di legge provvede al trasferimento alla Regione e ai comuni delle competenze finora esercitate dalle province in tema di VAS e VIA, al fine di accentrare in un medesimo ente le competenze rispettivamente autorizzative e quelle in materia di VIA, secondo principi di semplificazione, snellimento e riduzione degli oneri amministrativi.

Con l’occasione, le competenze di Regione, comuni ed enti parco vengono individuate nel corpo della legge con diretto riferimento agli allegati alla parte seconda del d.lgs. 152/2006, con conseguente abrogazione dei corrispondenti allegati della l.r. 10/2010.

Sono state, inoltre, individuate le modalità con cui il soggetto proponente di un progetto può chiedere all’autorità competente per la VIA la modifica delle prescrizioni, nonché la proroga del termine entro cui il progetto deve essere realizzato, contenuti nel provvedimento conclusivo dei procedimenti di verifica di assoggettabilità e di VIA.

AIA E AUA. Per quanto riguarda l’autorizzzione integrata ambientale (AIA) , l’autorizzazione unica ambientale (AUA)  e per  le autorizzazione delle attività elencate all’allegato VIII parte 4 del DLGS 152/06,  sono trasferite alla  Regione. E’ stato modificato  il titolo IV bis della l.r. 10/2010 e introduce il titolo IV ter contenente disposizioni in materia di AUA.
Il titolo IV ter contiene disposizioni in materia di AUA, precisando che la Regione esercita anche le funzioni di controllo sulle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni rilasciate e provvede alla definizione di oneri e tariffe.

StudioGNS affianca attivamente il Cliente che necessiti di un servizio di consulenza lungo l’intero percorso della valutazione, svolgendo le seguenti attività:

  • Assistenza nelle fasi iniziali di inquadramento normativo, di definizione dei contenuti (scoping) e nell’inserimento del progetto e delle sue prestazioni ambientali;
  • Predisposizione gli elaborati tecnico-ambientali necessari per la procedura;
  • Supporto nell’iter procedurale e nel rapporto con gli Enti ;
  • Assistenza post operam;

StudioGNS mette a Vostra disposizione professionisti esperti per le diverse componenti ambientali analizzate (atmosfera, acque, suolo e sottosuolo, vegetazione-flora-fauna, ecosistemi, rumore e vibrazioni, radiazioni, paesaggio, salute pubblica) e tutte le appropriate metodologie di valutazione e modellazione ambientale.