Impianti di recupero frazione organica

Impianti di recupero frazione organica

Nuove regole su impianti di recupero frazione organica

È entrato in vigore il 20 aprile 2016 il Dpcm che ha individuato l’offerta esistente e il fabbisogno residuo, articolato per Regioni, degli impianti di recupero della frazione organica dei rifiuti urbani. Per impianti di recupero si intendono gli impianti di trattamento aerobico di compostaggio e di digestione anaerobica della frazione organica dei rifiuti urbana raccolta in modo differenziata, mentre nella frazione organica si precisa che rientrano anche i rifiuti di manufatti e imballaggi compostabili certificati secondo la norma Uni En 13432:2002. Il provvedimento individua l’offerta esistente di impianti di recupero della frazione organica dei rifiuti urbani raccolta in maniera differenziata, suddivisa per Regioni. Sempre dividendola per regioni, individua il fabbisogno residuo degli impianti di recupero della frazione organica dei rifiuti urbani raccolta in maniera differenziata.

Link alla G.U

Link all’ Allegato 1

Link all’ Allegato 2

Link all’ Allegato 3